Come Cambiare il Mutuo

Come Cambiare il Mutuo

31 ott, 2017
admin
No Comments

Se scegliere il mutuo con cui finanziare l’acquisto della propria casa è molto importante ed una scelta che merita parecchia attenzione, è possibile trovarsi, dopo qualche anno, nella situazione in cui il Mutuo scelto non sia più adatto alle nostre tasche.

In questo caso ci viene in aiuto la possibilità di Modificare il Mutuo, tramite Rinegoziazione, Surrogazione, o Sostituzione.
Vediamo di cosa si tratta nei tre casi:

Rinegoziazione del Mutuo:
La Rinegoziazione di un mutuo, prevede che venga modificato un mutuo già esistente, cambiandone il tipo di tasso, la misura del tasso o la durata.
Questa opzione non rende necessaria una modifica del contratto esistente, ed è sufficiente una scrittura privata tra le parti, istituto di credito e mutuatario. Per il documento è possibile vedere questo modello di scrittura privata.
Questa opzione è stata resa possibile dalla legge 244/2007 e la richiesta può essere avanzata da una qualunque delle due parti.

Surrogazione del Mutuo:
Nel caso della Surrogazione di un mutuo, è il mutuatario che può cambiare istituto di credito senza che la banca originale possa opporsi, chiudendo il vecchio mutuo per aprirne uno nuovo.
Anche in questo caso, trattandosi a tutti gli effetti di un nuovo mutuo, è possibile modificarne tasso, misura del tasso e durata.
La Surrogazione del mutuo è stata resa possibile dalla legge 40/2007.

Sostituzione del Mutuo:
Si tratta della modifica più radicale che è possibile fare al proprio mutuo, ed anche in questo caso viene prevista l’estinzione del mutuo originario per l’apertura di uno nuovo presso una nuova banca.
La sostituzione del mutuo prevede però anche la possibilità di aumentare la somma finanziata, per ottenere maggiore liquidità nel caso si debba far fronte a spese impreviste.

Carta di Credito Enjoy di Ubi Banca – Caratteristiche

28 ott, 2017
admin
No Comments

Con la carta di credito Enjoy di Ubi Banca si possono fare svariate cose, ricaricare il cellulare, prenotare una vacanza, fare acquisti in tutto il mondo, prelevare euro senza spese dappertutto. E tutto in assoluta sicurezza.

Sottoscrivendo online la carta di credito, si ottengono condizioni esclusive: zero spese per l’emissione, zero spese per il canone mensile, zero spese per il canone mensile dell’Internet banking Qui Ubi, 1.000 punti formula Ubi.

Online, sul sito della banca, c’è il modulo di sottoscrizione per richiedere la carta di credito. Risulta essere sufficiente compilare il form con i propri dati, confermare la richiesta e scegliere se ricevere carta Enjoy direttamente al proprio indirizzo di casa oppure in una delle filiali del gruppo Banca popolare dell’industria e del commercio.

Cosa serve per richiedere la carta? Codice fiscale e un documento d’identità. Facile e veloce da ottenere.

Mutuo a Tasso Variabile Unipol – Informazioni Utili

20 ott, 2017
admin
No Comments

Unipol Banca eroga un Mutuo a Tasso Variabile Euribor indicizzato nel tempo, per l’acquisto o la ristrutturazione di un immobile.

L’importo delle rate del mutuo proposto da Unipol Banca non è quindi definibile fin dal momento della stipula del contratto di finanziamento immobiliare, essendo il Tasso di Interesse calcolato sulla base dell’Euribor del periodo, maggiorato di uno Spread da concordarsi con l’istituto erogante il mutuo.

Il piano di ammortamento sarà quindi costituito da rate che potranno essere maggiorate (o diminuite) a seconda dell’andamento dell’Euribor.

Per quanto riguarda le altre clausole, sono quelle normalmente in vigore:
La durata del mutuo è di 30 anni, il massimo capitale erogabile è pari all’80% del valore dell’immobile ed il prestito può venire estinto in qualsiasi momento senza il pagamento di alcuna penale.

Come al solito potete trovare maggiori informazioni e la modulistica dedicata sul sito internet della banca e, soprattutto, onde evitare spiacevoli sorprese, contattando direttamente Unipol.

Consolidamento Debiti Compact di Unicredit – Caratteristiche

14 ott, 2017
admin
No Comments

Sottoscrivendo un prestito Compact con il gruppo Unicredit sarete in grado di racchiudere in un unico finanziamento tutti i debiti pregressi. Le varie rate, con scadenze diverse, saranno così racchiuse in un’unica rata con un unico addebito mensile.

Compact copre importi che vanno da 3mila a 50mila euro, la durata del prestito oscilla invece da 36 mesi a 84 mesi per importi compresi tra 3mila e 30mila euro, fino a 120 mesi per importi tra 31mila e 50mila euro.

In qualsiasi momento, il cliente potrà estinguere interamente il debito, alle condizioni stabilite dal contratto. Le rate sono posticipate e con importo costante.

Si tratta quindi di uno strumento piuttosto interessante per chi ha più prestiti attivi e vuole semplificare la gestione.
Il consolidamento debiti permette infatti di avere una sola scadenza mensili, rendendo il tutto più semplice da gestire.
Inoltre, sottoscrivendo un prestito più lungo, è possibile anche ottenere una rata mensile inferiore, cosa che in alcuni casi risulta essere fondamentale per riuscire a rispettare i termini di pagamento.

Mutuo a Rata Costante di Banca di Piacenza – Informazioni Utili

7 ott, 2017
admin
No Comments

Banca di Piacenza eroga un Mutuo Ipotecario per l’acquisto o la Ristrutturazione della prima o seconda casa a Rata Costante.

Le condizioni sono indicizzate in base ad un parametro variabile (Euribor), ma potendo calcolare con certezza l’evoluzione dei pagamenti mensili.
Mantenendo costanti le rate, sarà quindi la Durata dell’ammortamento a variare nel tempo.
Questo permette al richiedente di avere una sicurezza sull’onerosità del debito mantenendo però l’indicizzazione su un parametro variabile.

L’importo finanziabile del mutuo proposto da Banca di Piacenza non può superare l’80% del valore dell’immobile che sarà gravato da Ipoteca di primo grado nei confronti della banca.

Anche tenendo conto della variabilità della durata, questa non può superare i 30 anni.
Risulta essere possibile l’estinzione anticipata del debito senza addebito di penali.

Notizie più dettagliate e modulistica sono pubblicati sul sito internet della banca, ma è comunque sempre consigliabile consultare direttamente l’istituto di credito prima di sottoscrivere il servizio.