Category Archives: Soldi

Come Guadagnare con il Riciclo

14 Ago, 2020
admin
No Comments

Sembra oramai divenuta una moda dilagante, soprattutto online, quella di creare marchi di gioielli, ma anche di altro tipo di manufatti sul tema del riciclo. Diciamo pure che in barba a tutte le inutili, squallide e consuete mode da gregge disorientato, quella del riciclo sarebbe proprio una manna se divenisse una moda senza confini. Ne gioverebbe di certo il pianeta e la vena artistica e artigianale di molte persone.

Risulta essere proprio su questo che si fonda il principio del guadagnare con il riciclo di materiali in uso o in disuso; bisogna mettere a frutto inventiva, colpo d’occhio, conoscenze tecnico artistiche e un’ottima dose dell’arte dell’arrangiare.

Fatto questo è possibile decidere di far divenire tutto questo un vero e proprio lavoro, oppure un metodo per arrotondare.

Come cominciare e da dove?

Risulta essere molto semplice, abbiamo sempre tutto a portata di mano, quale luogo migliore se non quello della nostra camera per cominciare la ricerca e contribuire a rendere il luogo dove soggiorniamo, per la maggior parte del tempo, un posto più accogliente e libero? E’ certo e sicuro che nella nostra camera ci sono numerosi oggetti che giacciono in abbandono da molto tempo. Facciamo un esempio pratico, un astuccio in plastica che conteneva o che contiene cd, della carta, un fondo in legno di un quadretto rotto, e così via, possono divenire, al contrario di quanto appare, un bellissimo oggetto artigianale. E’ più semplice di quanto non possa sembrare all’apparenza, ed è qui che il nostro ingegno e la nostra fantasia devono fare la loro opera maggiore, difatti con questi pezzi, e con altri che cercheremo in corso d’opera, è possibile realizzare ad esempio un presepio.

Nella seconda fase sarà necessario munirsi di quegli attrezzi o materiali che riguardano il mero aspetto tecnico, come ad esempio nel caso del presepio, di un collante, dei colori, dei pastori etc.

Risulta essere ovvio che per rendere al meglio sarà necessario cimentarsi in quelle operazioni tecnico artistiche per le quali siamo in possesso delle adeguate conoscenze, nel caso in cui fossimo carenti in alcuni passaggi sarà opportuno documentarsi per fornire all’opera il miglior apporto possibile. Risulta essere vero che queste saranno delle realizzazioni artigianali con materiale riciclato, ma è sempre necessario tenere in mente che l’oggetto che sarà prodotto dovrà essere a tutti gli effetti un oggetto curato in ogni particolare e in ogni aspetto, senza mai tralasciare ne il lato artistico ne quello puramente tecnico.

Dopo esserci sincerati di aver adempiuto ad ogni dovere di artigiano del riciclo avremo realizzato un oggetto, per poter entrare in un mercato, anche se ristretto, dobbiamo verificare se le nostre idee possono essere vendute, è quindi opportuno testare i primi manufatti. Questa operazione può avvenire tramite l’apporto inconsapevole di amici e parenti. Ad esempio è possibile sottoporre i nostri giovani manufatti alla loro attenzione, durante il periodo delle festività natalizie, quando tutti cercano di trovare regali originali. Una volta appurato che i nostri oggetti risultano gradevoli al gusto di altre persone, differenti da noi che abbiamo di certo un occhio non obbiettivo nel giudicare gli oggetti che noi stessi abbiamo realizzato, sarà possibile pensare di ampliare il territorio e divenire imprenditori di noi stessi. Il primo passo potrebbe essere quello di mettere gli oggetti in vendita online, creando una vetrina virtuale in siti come ebay o altri, nello stesso tempo, però sarebbe una buona idea quella di mostrare le opere da noi realizzate ad alcuni proprietari di quelle piccole e fornite botteghe di oggetti artigianali o etnici.

Con il passare del tempo affineremo anche l’occhio e sapremo scorgere una nuova anima in oggetti e materiali che prima pensavamo fossero inutili. Una ricca signora partenopea, per diletto, usava uscire al tramonto con un suo collaboratore domestico e raccattare pezzi di mobilio che sembravano solo ammassi di ciarpame. Li portava nel suo giardino e con abile maestria li restaurava, dopo qualche tempo, quando la collezione divenne troppo ingombrante cominciò a organizzare delle vere e proprie aste con le sue creazioni, nel suo giardino, con i proventi ha aiutato numerose persone.

Come Gestire l’Economia Domestica

28 Nov, 2019
admin
No Comments

Al giorno d’oggi è sempre più difficile risparmiare. Questa semplice guida ti aiuterà a farlo e con piccoli accorgimenti riuscirai così a tenere a bada le spese necessarie, riducendole il più possibile. Naturalmente è richiesto il impegno.

Per prima cosa, appena prendi lo stipendio metti da parte una somma: per piccola che sia, è buona norma accantonare sempre qualcosa. Poi pianifica le spese, dai la priorità al mutuo o all’affitto e togli la relativa somma, poi togli l’importo delle bollette: il resto ti servirà ad andare avanti. Pianifica anche una somma per la spesa mensile al supermercato.

Adesso una lista di accorgimenti per risparmiare in casa. Sostituisci le lampadine con quelle a risparmio energetico. Fai la domiciliazione delle bollette in banca (molte banche non prendono commissioni: vedi quindi se anche la tua lo prevede, risparmierai tempo e denaro!). Fai la lavatrice la sera, a pieno carico e mai alla massima temperatura; al posto dell’ammorbidente usa l’aceto bianco: costa molto meno e non inquina. Per l’assicurazione dell’auto, puoi farti fare un po’ di preventivi, anche online, ricordando che se paghi in un’unica soluzione avrai anche il 3% di sconto. Se hai dei figli che vanno alle superiori, compra i libri usati e ricorda che a fine anno scolastico puoi rivenderli tramite le apposite librerie. Fai benzina nei centri commerciali: di solito hanno prezzi più bassi delle altre compagnie. Usa pochi detersivi, facendo una cernita: non tutti sono necessari. Fai la spesa al discount per quanto riguarda i beni non deperibili, tipo la carta igienica. Al supermercato acquista il resto, facendo attenzione agli sconti.

Importante è tenere traccia delle entrate e delle uscite. Per fare questo è possibile utilizzare un documento come questo modello di bilancio familiare Excel presente su Documentiutili.com, che può essere scaricato e modificato.
Si tratta di un semplice documento Excel in cui è possibile inserire entrate e uscite divise per categorie.
Utilizzando uno strumento di questo tipo diventa semplice capire quali sono le spese principali e come intervenire per ridurle.

Come Riconoscere le Banconote False

14 Mag, 2019
admin
No Comments

Sapete distinguere una banconota vera da una falsa?

Riconoscere una banconota falsa è veramente una cosa molto importante, non solo per evitare di essere imbrogliati, ma anche per evitare una perdita economica o addirittura una denuncia penale: infatti il tentativo (seppure inconsapevole) di pagare con una banconota falsa costituisce reato.

Al fine di prevenire la produzione illecita di banconote false, nel corso degli anni sono stati adottati sistemi sofisticati atti a distinguere quelle vere.

L’unico sistema sicuro per riconoscere una banconota legittima è quello di utilizzare un rilevatore di banconote false come quelli mostrati in questa pagina, ma in assenza di questo è comunque possibile adottare alcune attenzioni.

Ecco quindi quattro regole base da osservare per riconoscere le banconote false:
TOCCARE: le banconote vengono stampate utilizzando un particolare tipo di stampa a rilievo (detta “stampa calcografica”). Questo effetto di rilievo, presente in diverse aree delle banconote, è facilmente riconoscibile al tatto. Inoltre, ai bordi delle banconote di taglio Euro 200 ed Euro 500 sono presenti speciali elementi riconoscibili al tatto, ideati specificatamente per i non vedenti.

GUARDARE: se teniamo le banconote in controluce è possibile vedere la filigrana in corrispondenza della quale si potrà notare un effetto di “chiaroscuro” con il risultato di riprodurre un’immagine.

Le banconote hanno anche il filo di sicurezza microscritto che è di colore scuro ed è posto in senso verticale.

Inoltre, le banconote sono munite del registro recto-verso che si trova in alto a sinistra sul fronte (recto) ed in alto a destra sul retro (verso) e consente, guardando la banconota in controluce, di visualizzare il valore nominale per intero.

MUOVERE: inclinando lievemente la banconota è possibile notare alcuni elementi particolari, quali:

Una striscia olografica sulla quale è presente il simbolo dell’euro ed il valore nominale della banconota;
Una striscia iridescente posta in senso verticale che, sotto una fonte di luce, brilla e cambia colore;
Una placchetta olografica, presente solo sulle banconote di taglio Euro 50, 100, 200 e 500, dalla quale, inclinando lievemente la banconota, è possibile visualizzare un’immagine ed il valore nominale.

CONTROLLARE: con l’ausilio di una lente d’ingrandimento è possibile vedere delle sottili iscrizioni, presenti sia sul fronte che sul retro della banconota, che devono risultare ben nitide e non sfuocate. Se siamo proprio scrupolosi potremo anche verificare la firma del Presidente della BCE.

Molto interessante.

Come Contestare una Bolletta

14 Gen, 2019
admin
No Comments

Ti è mai capitato di vederti recapitare una bolletta da pagare con l’indicazione di un importo improbabile perché eccessivo o dovuto per un servizio non richiesto? Ecco come puoi difenderti dal comportamento scorretto di un fornitore di luce, gas, telefonia o altro.

Per iniziare, è importante sapere come leggere la bolletta nel modo giusto. Solo in questo modo, infatti, è possibile identificare eventuali errori presenti. Per capire come leggere la bolletta consigliamo questa guida pubblicata su Consumatoreinformato.net.

Se al momento della ricezione della bolletta ti accorgi che l’importo è sbagliato perché il consumo indicato non corrisponde a quello effettivo, scrivi subito una lettera di contestazione. Indirizzala all’azienda fornitrice del servizio, allega copia della bolletta in questione e spedisci tutto per raccomandata, dopo aver indicato con esattezza i dati relativi all’utenza e alla bolletta e avere chiesto una verifica e l’emissione di una nuova bolletta.

Se invece ti accorgi dell’errore solo dopo aver pagato, per esempio attraverso la domiciliazione bancaria, puoi sempre avvalerti del reclamo scritto. In questo caso, avendo già pagato una somma superiore a quella dovuta, dopo aver esposto le tue motivazioni e tutti i dati nel dettaglio, chiedi al fornitore di verificare quanto da te dichiarato e di restituirti l’importo indebitamente pagato. Come esempio è possibile vedere questo modello reclamo Telecom.

In entrambi i casi, l’azienda fornitrice del servizio ha 40 giorni di tempo per fare le verifiche e per darti una risposta. Nel frattempo non può sospendere la fornitura del servizio, visto che non hai pagato per un motivo che hai esposto in un reclamo scritto.

Una volta fatte le verifiche e documentato l’errore, ti verrà restituita la somma non dovuta tramite banca oppure verrà scalata dalla bolletta successiva.

Come Guadagnare con YouTube

28 Nov, 2018
admin
No Comments

Tutti conoscono YouTube, il terzo polo del Web dopo Google e Facebook . In pochi sanno però che grazie a YouTube oggi è possibile creare reddito, ci sono addirittura dei casi in cui c’è chi , grazie a YouTube, genera la propria fonte di reddito maggiore. Andiamo a vedere nel dettaglio come :
Dovrete diventare “Partner Youtube”, il che purtroppo non è semplicissimo. Innanzitutto perchè i vostri video dovranno essere originali e autoprodotti (scordatevi quindi di guadagnare soldi pubblicando i gol della Serie A in diretta o le ultime puntate di Lost).

Se invece fate parte di quella cerchia di persone che creano video dal contenuto interessante, sicuramente riceverete molte visite e di conseguenza YouTube potrebbe farsi viva e chiedervi di diventare loro partner. Se così invece non fosse, potete anche direttamente chiedere voi a YouTube di diventare loro partner. Attenzione però, una volta fatta la richiesta dovrete aspettare un pò per la risposta da parte della multinazionale del web video sharing. In caso di risposta negativa, purtroppo dovranno passare un pò di mese per provarci nuovamente.

Per questo motivo il consiglio è quello di seguire attentamente i requisiti dettati da YouTube e provarci solo quando i vostri video saranno visualizzati da parecchie migliaia di persone.
Ma come si fa a guadagnare soldi con YouTube ?
Il metodo è sempre lo stesso. Google Adsense ! Essendo infatti diventato YouTube un prodotto di Google, sarà possibile collegare il tuo account google adsense al tuo profilo di YouTube. Da quel momento, ogni volta che un utente cliccherà sulla pubblicità visualizzata in sotto impressione nel video , tu guadagnerai soldi.

Ci sono casi dove degli sconosciuti sono diventati famosi col web arrivando a guadagnare cifre a 6 zeri. Inoltre non dimenticate che essere famosi su YouTube in futuro vorrà sempre più dire anche essere famosi sul piccolo e grande schermo, sono sempre di più infatti le persone che dal web passano alle ospitate in TV o a recitare in qualche fiction. Molti sono anche i casi di pop band esplose prima sul web e poi sui palcoscenici. Per questo, oltre che aiutarvi a fare soldi con adsense, YouTube può diventare anche il vostro partner ideale per diventare famosi.