Category Archives: Lavoro

Come Lavorare in Yamamay

28 Gen, 2019
admin
No Comments

Un altro importante gruppo italiano nel settore moda e abbigliamento è alla ricerca di personale da inserire nel proprio organico: si tratta di Max Mara Fashion Group, che ha aperto selezioni per posti di lavoro nell’area vendite e area manageriale.

Il gruppo nato come piccola realtà della provincia emiliana è oggi un vero e proprio top player di mercato con circa 41 società e oltre 5.000 dipendenti in tutto il mondo. Le posizioni aperte sono consultabili sul sito istituzionale Max Mara Fashion Group e riguardano:

VISUAL MERCHANDISER
Persona dedicata alla cura dell’immagine dei punti vendita Max Mara: si occupa della realizzazione delle vetrine e del merchandising. I requisiti richiesti sono passione per la moda, disponibilità a viaggire, gusto e sensibilità estetica, buona manualità e buone conoscenze linguistiche.

SHOP SUPERVISOR
La risorsa si occupa di gestire i Punti Vendita e i Corner nel mondo per garantire il raggiungimento di determinati risultati quantitativi e qualitativi. Tra i requisiti rientrano il possesso di laurea in discipline economiche o linguistiche, disponibilità a trasferte. attitudine al problem solving e una breve esperienza regressa nel settore commerciale o retail. Preferibile la conoscenza della lingua russa o tedesca, mentre è obbligatoria una ottima padronanza della lingua inglese.

ADDETTO CONTROLLO DI GESTIONE
La risorsa ha il compito di elaborare il budget aziendale e svolgere tutte le attività di analisi e reporting dei costi e dei ricavi aziendali. Per questo motivo è fondamentale aver conseguito titoli di studio economici, essere in possesso di buone capacità relazionali e comunicative, oltre ad avere ottime capacità organizzative e ottima conoscenza degli strumenti informatici.

AUDITOR SENIOR
Si tratta di una figura molto importante che ha il compito di svolgere attività di controllo sulle Società Estere del Gruppo. Fondamentale il possesso di laurea in Economia e Commercio e aver maturato una precedente esperienza di almeno 2 anni presso una società di revisione. Importante anche l’ottima conoscenza della lingua inglese e la disponibilità a trasferte.

AREA MANAGER JUNIOR, Italia ed estero
I candidati dovranno aver conseguito una laurea in materie economiche e dovranno possedere una ottima capacità comunicativa sia per la lingua inglese, che per una seconda lingua.

STORE MANAGER, Italia
Si occupa della gestione del singolo punto vendita. Il candidato per il ruolo di store manager deve aver già maturato una significativa esperienza nella gestione del punto vendita e deve saper lavorare per obiettivi, oltre che esser capace di gestire il personale.

Per visionare tutte le offerte e per candidarti è necessario collegarsi alla sezione Join Us all’interno del sito Max Mara Fashion Group e inviare il proprio CV utilizzando l’apposito modulo.

Come Lavorare in Yamamay

28 Dic, 2018
admin
No Comments

La nota catena italiana di intimo Yamamay cerca personale da inserire nei propri punti vendita presenti in tutta Italia: la società ricerca giovani per ricoprire diverse mansioni, che vanno da addetti alle vendite a personale da inserire in ufficio.

Tutti i candidati interessati a lavorare presso Yamamay devono essere persone brillanti e motivate, possibilmente con una precedente esperienza nel settore. Di seguito le principali offerte di lavoro attive in questo periodo

Personale di Vendita da inserire nei punti vendita. Le candidate devono mostrare una particolare attitudine alla vendita e devono, preferibilmente, aver già maturato una esperienza precedente nel settore lingerie. Costituiscono requisiti apprezzati anche spirito di squadra, capacità di lavorare per obiettivi, forte predisposizione al customer care, flessibilità e bella presenza. Offerto contratto a tempo determinato su turni a rotazione anche durante i week end.

Beauty Trainer con qualifica di make-up artist ed esperienza nel settore.

Web Marketing Specialist. Il candidato deve avere già maturato una esperienza nel settore e andrà ad occuparsi delle strategie di sviluppo del marchio su Internet e sui social network

Modellista di maglieria – pigiameria con conoscenza di programmi di grafica, sviluppo taglie e confezione e ottima conoscenza di sistemi CAD.

Coordinatore Ufficio Mare con esperienza. Il candidato si occuperà della ricerca di materiali e accessori, gestione dei dati di sviluppo di un prodotto e preparazione di pannelli di presentazione delle nuove collezioni.

Responsabile di zona Italia con esperienza nella distribuzione di abbigliamento intimo

Visual Merchandiser preferibilmente con esperienza. Il candidato si occuperà di monitorare l’immagine della azienda e allestire i punti vendita sul territorio.

Per candidarsi è sufficiente visitare la sezione web “Job” all’interno del sito Yamamay, individuare l’offerta di tuo interesse ed inviare il tuo curriculum vitae compilando l’apposito modulo online.

Come Lavorare in Eurospin

14 Dic, 2018
admin
No Comments

Ancora nuove offerte di lavoro nella GDO, la catena italiana di discount Eurospin è infatti alla ricerca di personale per i propri punti vendita del centro-sud Italia. I candidati saranno inseriti nei supermercati di nuova apertura che vedranno la luce nei prossimi mesi.

Le figure professionali ricercate spaziano da macellai e aiuto macellai, a salumieri, addetti reparto ortrofrutta, addetti alla gastronomia e semplici addetti ai reparti e alle vendite.

Requisito base per potersi candidare è il domicilio nei pressi del luogo di lavoro. Richieste inoltre massima serietà, disponibilità ai rapporti interpersonali e precedente esperienza. Nessuna particolare indicazione invece per il titolo di studio.

Gli interessati alle future assunzioni Eurospin dovranno collegarsi al sito ufficiale della catena di discount e inviare il proprio curriculum vitae per gli annunci ai quali sono interessati.

Come Aprire Azienda in Uruguay

14 Ago, 2018
admin
No Comments

’Uruguay è uno dei paesi del Sud America più simili all’Europa. Il paese ha sicuramente, come abitudini e clima, molti punti in comune anche con le condizioni di vita italiane. Questo spiega il motivo per cui sempre più imprenditori nostrani stanno valutando la possibilità di spostare la loro azienda nel paese americano.

A chi è interessato ad aprire una piccola azienda in Uruguay, diciamo che ci sono due possibilità: costituire una società a responsabilità limitata o costituire una società per azioni.

Le piccole imprese scelgono generalmente la formula della società a responsabilità limitata – il motivo sta già nel nome: le responsabilità sono minori – mentre le imprese medie e grandi optano per la formula di società per azioni al portatore.

Un metodo molto usato è quello di comperare Spa già costituite o non operanti. I prezzi d’acquisto sono modici e sono diversi, gli studi commercialisti, che si sono specializzati in queste pratiche. L’importo va dai 15000 dollari ai 2000 dollari.

Come già indicato, la formula più usata è quella di Società per azioni al portatore. Quest’ultima distinzione non è casuale: per la costituzione di queste società non è necessario versare materialmente un capitale, e le azioni al portatore consentono che il titolare giuridico della società non appaia in prima persona. Il direttore sarà colui che è responsabile della società. Esso può anche non essere azionista.

Altri tipi di società sono:
– società collettive
– società in accomandita
– società di capitale e lavoro
– società di fatto
– cooperative

Quelle elencate sono forme giuridiche scarsamente adottate dagli imprenditori stranieri, perché connotano un elevato grado di responsabilità.

Come Funziona e Quando si Utilizza il Documento di Trasporto

28 Lug, 2018
admin
No Comments

L’esecuzione del contratto di compravendita obbliga il venditore a consegnare la merce oggetto del contratto, sul cui importo si dovrà poi calcolare l’IVA. Per contenere l’evasione da questa imposta, cono stati adottati numerosi provvedimenti che obbligano all’emissione di specifici documenti. Il D.P.R. n.472 del 14 agosto 1996 ha approvato il regolamento che prevede la soppressione dell’obbligo della bolla di accompagnamento per quasi tutte le merci viaggianti. Il decreto prevede il mantenimento dell’obbligo dei preesistenti documenti di accompagnamento per la circolazione dei seguenti beni: tabacchi; prodotti soggetti a diritti di accise, cioè all’imposta di fabbricazione (spiriti, birra, fiammiferi, oli minerali); e prodotti soggetti a imposte di consumo (gas metano, gas liquefatti di petrolio).

In sostituzione alla bolla di accompagnamento, il decreto stabilisce l’emissione di un nuovo documento chiamato documento di trasporto contenenti le seguenti indicazioni: data di effettuazione dell’operazione; numero progressivo del documento; dati identificativi del mittente /cedente; dati identificativi del destinatario/cessionario; dati identificativi del vettore, se interviene; natura e qualità dei beni; e quantità dei beni. Relativamente alle generalità dei soggetti interessati all’operazione, devono essere indicati sul documento i seguenti dati: ditta, denominazione o ragione sociale, domicilio fiscale e, per l’emittente, numero di partita IVA. La causale del trasporto deve essere compilata solo per i trasporti di merci da consegnare a terzi, senza effetto traslativo della proprietà, per esempio la consegna dei beni per lavorazioni, in deposito o in riparazione. Per quanto riguarda la data, è bene indicare anche quella di inizio del trasporto, nel caso in cui differisca dalla data di compilazione del documento stesso (per esempio: documento compilato la sera precedente al trasporto in previsione della partenza delle merci nelle prime ore del giorno seguente).

Il documenti di trasporto (Ddt) deve essere emesso dal cedente prima dell’inizio del trasporto o della consegna; la sua forma è libera, ma deve contenere tutti gli elementi richiesti dal decreto. Questo significa che l’azienda può farsi stampare i Ddt da una qualsiasi tipografia, acquistarli in cartoleria o stamparseli in proprio, per esempio utilizzando questo modello DDT, invece che rivolgersi alle sole tipografie autorizzate, come avveniva per la bolla di accompagnamento.

Viene emesso in duplice copia, di cui una va consegnata al cessionario al momento del ricevimento della merce. La soppressione della bolla di accompagnamento ha mantenuto inalterato il sistema dei controlli su strada realizzati dall’amministrazione finanziaria e dalla Guardia di Finanza. Tali controlli sono rivolti a riscontrare l’osservanza degli adempimenti connessi al Ddt, ma soprattutto ad acquisire informazioni che, riversate nel sistema informatico o comunicate agli organi competenti, potranno far scattare e accertamenti diretti presso le imprese del mittente o del destinatario delle merci sottoposte a controllo.