Come Funziona la Cassa Integrazione

Come Funziona la Cassa Integrazione

14 mar, 2016
admin
no comments

La cassa integrazione, detta anche cassa integrazione guadagni, è una condizione di aiuto economico rivolta a impiegati e quadri di aziende in difficoltà che vivono un grande calo produttivo e che quindi non riescono a pagare i dipendenti.
Il lavoratore può ricevere una integrazione ordinaria corrispondente all’80% della retribuzione delle ore in cui non presta la propria attività lavorativa ma nel caso in cui tale percentuale fosse stata stabilità in precedenza, essa non può essere aumentata.

Se il lavoratore svolge un altro lavoro, non ha più diritto alla cassa integrazione ed è obbligato a comunicarlo alla sede INPS di appartenenza. La situazione di cassa integrazione può durare al massimo 13 mesi ma vi sono casi particolari in cui può protrarsi fino a 24 mesi, è il caso delle regioni italiani più disagiate e con maggiori problemi di disoccupazione.

Esiste anche la cassa integrazione straordinaria quando le cause che ne richiedono l’intervento sono diverse da quelle dichiarate nella legge.
Si tratta di

emanazione del provvedimento di liquidazione coatta amministrativa e di sottoposizione all’amministrazione straordinaria

ristrutturazione e riorganizzazione aziendale

particolari crisi sociali

dichiarazione di fallimento

Della cassa integrazione possono goderne gli impiegati e quadri ma non gli apprendisti, chi è stato assunto con contratto di formazione lavoro, chi lavora nell’azienda da meno di 90 giorni.
Le aziende, ditte e società che possono inserire i proprio lavoratori in cassa integrazione sono

artigiane con più di 15 dipendenti

aziende appaltatrici con più di 15 dipendenti

imprese appaltatrici di servizi di pulizia

industriali con più di 15 dipendenti

commerciali con più di 200 dipendenti

editrici di giornali quotidiani e agenzie di stampa

Una attività non può restare in cassa integrazione per più di 36 mesi nell’arco di 5 anni.
L’integrazione del salario durante la cassa integrazione straordinaria è dell’80% dello stipendio e il TFR matura per intero. Inoltre tutti i mesi passati in cassa integrazione sono riconosciuti ai fini di accesso alla pensione di anzianità.